Il fenomeno del turismo matrimoniale cinese

Oggi Mariangela Fortezza ci parla del fenomeno del turismo matrimoniale, con un occhio speciale ai matrimoni cinesi.
Sapete cos’è che li caratterizza?

Lucia Parpaglioni – Wedding&Travel Staff

Il turismo legato ai matrimoni e ai viaggi di nozze è in forte crescita così come la domanda di esperienze uniche, da vivere in località particolarmente suggestive. Il matrimonio è un momento della vita in cui si concentrano grandi “aspettative emozionali” ed è per questo che il desiderio di qualsiasi coppia di sposi è di poter vivere un’esperienza unica e perfetta.
L’evento matrimoniale in Italia è anche un’occasione che richiama un notevole flusso di persone da vari paesi del mondo. Alcuni esperti del settore matrimoniale hanno riferito che il matrimonio rappresenta un’ottima leva di promozione turistica e territoriale. Nasce così la definizione di turismo matrimoniale o “wedding induced tourism”, ovvero tutti quei flussi turistici che vengono generati quando una coppia di persone celebra il proprio matrimonio in una località che non rappresenta il luogo di residenza per nessuno dei due sposi.
Secondo lo studio dell’Osservatorio Giornalistico Internazionale Nathan, l’Italia è la leader indiscussa nelle preferenze degli sposi internazionali. Circa 325 mila persone visitano l’Italia per motivi legati all’amore (matrimoni, promesse di matrimonio, anniversari, viaggi di nozze). Secondo alcune stime i matrimoni stranieri celebrati in Italia sarebbero circa 7mila: le motivazioni che maggiormente spingono i turisti a sposarsi in Italia sono le bellezze storico-artistiche e il romanticismo evocato delle nostre città, caratteristica che si sposa benissimo col tipo di evento da realizzare. A seguire, il cibo e il paesaggio.
L’Inghilterra, gli Stati Uniti e la Russia rappresentano il 20% del mercato turistico matrimoniale, seguono Giappone, Irlanda, Scozia, Emirati Arabi, Olanda e Australia. I dati segnalano un interesse crescente anche da parte della Cina con l’8% dell’attuale fetta di mercato e a seguire Brasile e India.

In Cina invece, come si svolge un matrimonio?
Il matrimonio tradizionale in Cina si basa su tre principi:
1) il marito può avere solo una moglie ed eventualmente più concubine;
2) le famiglie con lo stesso cognome non possono sposarsi,
3) il matrimonio si decide tra genitori. Secondo il libro dei riti (I millennio A.C.) il matrimonio si compone di sei fasi: dall’invio dei doni alla famiglia della sposa, fino alla celebrazione del rito. Fondamentale la figura dell’intermediario, abitanti del villaggio che proponevano gli sposi alle famiglie delle giovani bambine. Nel periodo mancese (1644- 1911), venne istituito il Codice Civile del matrimonio: qui si esplicitava che i genitori avevano il diritto di decidere per il matrimonio dei figli.

MATRIMONI IN ITALIA, FOTO SPOSI CINESI DAVANTI AL DUOMO A MILANO

In Cina i matrimoni sono eventi molto sentiti: nonostante la significativa vastità territoriale (56 nazionalità), il matrimonio ha subìto diverse contaminazioni dall’estero e, di conseguenza, si è evoluto ed è cambiato[1]. La prima società che si dedicò ai servizi matrimoniali in Cina venne fondata nel 1990. I servizi dell’industria matrimoniale in Cina camminano al passo coi tempi rispetto all’Occidente: oltre alle decorazioni della casa, nel pacchetto matrimoniale sono inclusi il servizio fotografico, il confezionamento su misura degli abiti da cerimonia, il banchetto nuziale, il noleggio delle auto, ecc.

Per quel che riguarda i matrimoni cinesi, uno speciale di “Cina In Italia” ha rivelato che nel 2010 si sono sposate in Italia ben 20 mila coppie cinesi e che le previsioni per il 2013 parlano di cifre superiori. Nella tradizione cinese, che speso viene ripresa anche nei matrimoni cinesi in Italia, per gli sposi è allestita una pedana dove si scambieranno, di fronte a parenti ed amici, le promesse di amore eterno. Anche gli addobbi floreali rispecchiano le tradizioni. Non mancano confetti e bomboniere, di cui oggi l’Italia offre una scelta incredibile, adattabile a qualsiasi varietà internazionale.

Il fenomeno è ancora in fase “embrionale” ma gli esperti del settore si aspettano moltissimo da questo nuovo segmento di mercato. È il caso dell’iniziativa “Love me in Veneto”, una guida che propone suggerimenti sui luoghi dove sposarsi o trascorrere il proprio viaggio di nozze o qualsiasi ricorrenza legata all’amore. La guida sarà a breve tradotta e pubblicata anche in lingua cinese e araba. Un interesse quindi, sempre più teso verso la Cina e i nuovi paesi emergenti. Che sia un’opportunità da cogliere su tutto il territorio nazionale, per tutti gli esperti del settore e per chi come me ama il contatto con la cultura asiatica.

wedding-in-ravello-wedding-in-hotel-caruso-japanese-wedding-amalfi-coast-wedding-in-italy-chinese-weddign-amalfi-coast-wedding-at-villa-cimbrone-55


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...