Romantica Budapest

A volte abbiamo bisogno di una fuga romantica, partire un weekend per volare via, lontano dai problemi e staccare un po’ la spina e magari ritrovare quel feeling di coppia che nel trantran quotidiano a volte perdiamo.

Un’ottima meta per un weekend del genere potrebbe essere Budapest, detta anche la Parigi dell’Est, la città che odora di paprika e cannella.
Ci sono stata da poco e in pieno inverno. Il tempo è sempre stato grigio, cupo, dando un’aria malinconica ed un atmosfera quasi retrò alla città… quel tocco noir culla di ogni animo romantico.

DSC_3938

I luoghi che consiglierei per passeggiate ed esperienze romantiche, sono tre.

Il lungodanubio. Il bel Danubio blu, non più blu, in qualsiasi città lo si vada a trovare mantiene il fascino romantico della natura che si insinua nella civilità. Mai prepotente, è una lunga lingua verde-azzurra che accarezza il cuore pulsante della città.
Passeggiando sulle sue sponde tra l’Isola Margherita, il Parlamento e i ponti (meravigliosi soprattutto la notte, quando sono completamente illuminati) che uniscono Buda e Pest, si ammira il suo lato calmo e scintillante. Immagini e suoni che cullano lo sguardo e l’udito, rilassando i sensi.

DSC_3913


Il bastione dei pescatori.
Questo, in assoluto, è per me la parte più bella di Budapest.
Si trova sulla collina di Buda, accanto all’altrettanto meravigliosa chiesa di San Mattia.
Sette torri bianche che simboleggiano i sette capi tribù che guidarono gli Ungheresi alla conquista della città nel nono secolo.
Bianche, pure, in un perfetto assembramento di gotico e romanico, espongono la loro bellezza pulita, che accoglie il viaggiatore sotto i loro portici, da cui affacciarsi e godere di una vista mozzafiato su Pest, la parte vecchia della città, il Ponte delle Catene e il Parlamento.
Un violinista che faceva viaggiare nell’aria le note de Il Padrino ha accompagnato la mia passeggiata in questa oasi che sembra non avere nulla a che fare con tutto il resto della città.
Non è raro poi trovare dei falconieri a dare un tocco in più, quel pizzico di sapore medievale che si addice perfettamente ad una cornice così suggestiva.

DSC_3994

Le terme. Come non nominarle? Uno dei motivi principali che attira tanti viaggiatori e turisti nella capitale ungherese. Si trovano negli alberghi, ma anche all’aperto nel mezzo della città, come le terme di Gellert, sempre affollate anche in pieno inverno grazie all’acqua che supera i 32 gradi.
Il posto davvero perfetto per un bagno romantico, o semplicemente per rilassarsi, per farsi una meritata coccola, ricevendone benefici anche sulla salute fisica.

DSC_3675

Un weekend romantico in tre passi, per dei ricordi che dureranno una vita.

 

Lucia Parpaglioni – Wedding&Travel Staff


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...